Luca Del Prete, giovane e talentuosa star

Non è semplice emergere nel mondo dello spettacolo e conquistare in poco tempo non solo il pubblico italiano, ma anche quello oltreoceano. Eppure, Luca Del Prete, giovanissima star appena 13enne ci è riuscito senza nemmeno troppi sforzi.

Il segreto? Un talento innato, ma saputo coltivare con pazienza e dedizione, ma anche tantissima passione. Infatti, Luca muove i primi passi nel mondo dello spettacolo grazie alla sua inclinazione per la musica. Dopo aver preso lezioni di batteria e di basso presso la scuola di Marcello Cirillo inizia la sua carriera da dee-jay. Un po’ per gioco, quindi, un po’ per passione, Luca Del Prete, che è nato nel 2005, inizia a prendere confidenza con questo mondo che sarà un vero e proprio trampolino di lancio.

Di certo la parlantina non gli manca e con il suo modo di proporsi, giovane, ma sempre professionale, Luca è il più giovane inviato d’Italia diventando parte integrante dello staff di RadioVelaInternational. Si tratta di una radio che riscuote molto successo e per la quale Luca ha intervistato numerosi personaggi famosi tra cui Alessandro Cecchi Paone, Max Giusti, Piero Angela, Christian De Sica, Vittorio Sgarbi e l’astronauta Cristoforetti. Tra le interviste di Luca Del Prete c’è anche quella fatta al Presidente della Repubblica Mattarella. 

Luca Del Prete è sicuramente poliedrico: musica, radio, social network, televisione ed eventi. Non c’è canale di comunicazione che abbia segreti per questo giovanissimo talento.

Sui social, Luca è presente con un seguitissimo canale YouTube, che raccoglie migliaia di utenti e ottiene oltre 100mila visualizzazioni, e dove, tra un video e l’altro, sono presenti tantissime sue recensioni in anteprima che riguardano i film della Warner Bros.

Luca Del Prete è stato notato anche dai registi italiani, come Dario Baldi che lo ha voluto per il suo film “Invisible” e ha conquistato il pubblico con il fotoromanzo per la rivista Grand Hotel. In America, invece, personaggi del calibro come Tyler Mane e Renae Geerlings, produttrice e sceneggiatrice, gli hanno assegnato ruoli di spicco nei loro film. Luca ha partecipato infatti in “Halloween” ed ha interpretato bambino fantasma in “On the top of the Volcano”, film che, tra l’altro, ha dato il via all’Horror Film Festival tenutosi ad Hollywood a cui il giovane attore ha partecipato.

Non è la prima volta che Luca sale sui palchi dei Festival: infatti, è una presenza fissa ed apprezzata anche a Romics, kermesse dedicata al mondo dei fumetti, animazione, giochi e cinema. Qui, la piccola star è chiamata non solo a partecipare, ma anche ad intervistare i più famosi Youtubers.

L’ultimo impegno di Luca Del Prete, che tra le altre cose è stato richiesto come inviato speciale anche dalle ambasciate americane e indiane, lo vede in Umbria, precisamente a Foligno, dove è impegnato nelle riprese di un film.

Anna Palmieri, regista partenopea già autrice di numerosi film in cui hanno partecipato attori come Giancarlo Giannini, i napoletani Mario Merola, Nino D’Angelo e Ciro Ippolito, ha fortemente voluto la partecipazione del giovanissimo Luca Del Prete per affidargli una parte importante.

La storia del film “Nino” parla della figura di questo giovane ragazzo, cresciuto tra le strade di Napoli da un boss della camorra che, a un certo punto, decide di cambiare vita,  lascia il mare, il sole ed il Vesuvio per trasferirsi a Foligno e sfuggire ai sicari.

Qui, nella cittadina Umbra, Luca Del Prete, vincitore anche del Premio Suffoletta dedicato ai giovani talenti,  è chiamato nel film “Nino” ad interpretare il sicario da giovane.

Questa voce è stata pubblicata in General e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.