Gioacchino Fittipaldi, cantautore lucano, presenta il suo singolo

Gioacchino Fittipaldi è un cantautore di origini lucane, nato nel 1979, che da sempre ha una grande passione per la musica e per l’arte, grazie anche alla sua famiglia, in particolare ai genitori e allo zio pittore “Gianni Caruso”.

La sua carriera da solita, che si caratterizza fin da subito per una musica originale e un’interpretazione personale dei brani,  inizia durante gli anni del Conservatorio: infatti, Giacchino Fittipaldi iniziò esibendosi tra piazze e locali accompagnato dalla chitarra armonica.

Ispirato dai big del panorama internazionale, come i Pink Floyd, Dire Straits e i Metallica, proponeva reinterpretazioni dei grandi autori italiani tra cui De Andre, Guccini e De Gregori.

Dopo alcuni anni di studio al Conservatorio di Potenza, dove Gioacchino Fittipaldi si concentrò su percussioni e chitarra, il cantautore lucane decise di lasciare la scuola quando il  suo maestro “Giuseppe Pepicelli” si trasferisce al conservatorio di Venezia. Questo cambiamento è stato per Fittipaldi un nuovo inizio e, infatti, si dedica alla musica rock formando alcuni gruppi. Questo genere si rivela subito un successo tanto che l’artista  sale sui palchi insieme a M. Locasciulli, Zulù dei 99 posse e Checco Zalone conquistando il pubblico.

Gioacchino Fittipaldi ha partecipato anche al Pollino Fusion Festival nel 2012, dove si sono esibiti anche artisti come Caparezza, Afterhours, E. Bennnato, Il Teatro Degli Orrori, e vince diversi concorsi di musica inedita come il “Festival Mediterraneo”, l’”Azimuth live music fest”. 

L’anno successivo, invece, Gioacchino Fittipaldi partecipa a Turista Protagonista, una kermesse che avrebbe selezionato i miglior cantanti per portarli sul red carpet del Festival di San Remo: inutile dire che Fittipaldi è arrivato a suonare proprio qui.

Il periodo della pandemia rappresenta per Gioacchino Fittipaldi un’altra opportunità e, infatti, realizza un nuovo progetto artistico.

 “Il boschetto alla rovescia” è un brano realizzato con la collaborazione di Lorenzo Sebastiani, Andrea Morelli, Alex Reeves, Marco Dirani, accompagnato da un video clip prodotto da Giuseppe Marco Albano, Premio David di Donatello.

“Il boschetto alla rovescia” è reso unico anche dalla collaborazione dei vari artisti che, con il loro background hanno apportato qualcosa di personale, restando comunque fedeli alla composizione dimostrativa dall’autore.

Nel videoclip de “Il boschetto alla rovescia” Gioacchino Fittipaldi viene accompagnato dalla ballerina professionista Alessia Rea. L’ambientazione scelta, invece, è  San Severino Lucano, piccolo comune immerso nel Parco nazionale del Pollino e paese di provenienza dell’artista.

Il boschetto alla rovescia: videoclip e significato

Questo brano, realizzato durante il difficile periodo della pandemia, è il frutto di tanti anni di studio, di esperienza e di sperimentazione. Infatti, grazie alla lunga ricerca musicale,  Gioacchino Fittipaldi ha realizzato una fiaba rock che reinterpreta, in una visione del tutto innovativa e inedita, la favola di Cappuccetto Rosso e il Lupo.

La storia reinterpretata da Fittipaldi  punta l’attenzione su un’importante tematica sociale, quella della pedofilia e della violenza sulle donne. Gioacchino Fittipaldi,  riesce a tradurre in musica e testo questo delicato argomento, senza renderlo pesanti. Anzi, poiché il cantautore dichiara che “tutti hanno bisogno di sorridere e sognare”,  il tono è decisamente leggero e la fiaba rock va a sovvertire gli stereotipi del buono e del cattivo.

“Il boschetto alla rovescia” è un abile mix di diversi generi musicali, dalla musica classica, pop, rock leggero, new age, dance progressive, power metal arrivando anche all’hip hop e rap, frutto dell’intensa attività di ascolto e ricerca svolta da Gioacchino Fittipaldi durante gli anni. La musica di questo brano è originale e si evince subito lo stile del tutto personale del cantautore che utilizza le note e le melodie per sentirsi libero.

Questo brano si caratterizza per rime, ritmo e sound moderni che diventano un tratto distintivo rispetto a tante altre produzioni presenti nel panorama musicale italiano.

Segui Gioacchino Fittipaldi sui social

YouTube 

Facebook 

Kleisma

Questa voce è stata pubblicata in General e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.