Guido Accordini e l’Amarone della Valpolicella

Guido Accordini e l’Amarone della Valpolicella

guido accordini

Igino Accordini, padre di Guido Accordini, fonda quella che al tempo era una normalissima azienda di piccole dimensioni e gestione famigliare nel lontano 1971 quando, dopo notevoli sacrifici, acquista i primi due ettari. Situata nella Valpolicella, in Veneto, l’azienda Accordini Igino è cresciuta in maniera esponenziale in anni recenti grazie alla gestione impeccabile di Guido Accordini.

Nonostante tale crescita, i principi portati avanti dall’azienda fondata da Igino Accordini non sono mai cambiati. L’azienda è fiera della sua attenzione all’ambiente e del rispetto delle politiche ambientali in quanto consapevole dell’enorme importanza che il territorio della Valpolicella ha rivestito, nel corso dei decenni, per l’azienda. Aldilà delle tecniche di coltivazione e dei processi produttivi è noto che la qualità del prodotto finale sia così alta grazie alla materia prima ed al territorio che ne permette la crescita.

Guido Accordini, figlio di Igino ed attuale dirigente dell’azienda, ha acquisito nel corso dei decenni una notevole e versatile esperienza. Guido si è diplomato come enologo nel 1975 e due anni dopo ha iniziato a lavorare per Campari Spa, una delle aziende più grandi e ricche del settore, sia negli anni ’70 che al giorno d’oggi. Per Campari Spa, Guido ha rivestito diversi ruoli grazie ai quali ha maturato grandi esperienze, fondamentali successivamente nello sviluppo dell’azienda di famiglia.

In un primo momento, Guido ha rivestito il ruolo di responsabile di uno dei principali stabilimenti, successivamente si è dedicato più all’area vendite e ai rapporti con i clienti diventando gestore dei rapporti commerciali con diverse regioni d’Italia. Le conoscenze sviluppate nel corso degli studi e in queste prime esperienze si sono rivelate fondamentali nella seconda fase della sua carriera durante la quale è riuscito a far crescere la sua azienda di famiglia tanto che, attualmente, vanta ben 30 ettari.

Uno dei vini maggiormente richiesti sia nel nostro paese che all’estero è l’Amarone della Valpolicella. Un sapore raffinato e vellutato si combina con un profumo unico a base di frutta e liquirizia tanto da rendere il gusto e il profumo dell’Amarone della Valpolicella inconfondibile. Uno degli aspetti salienti della produzione dell’Amarone è la modalità con cui le viti vengono coltivate, ossia con il sistema della pergola veronese con appassimento in fruttaio dalla durata di 5 mesi.

Un’alternativa all’Amarone classico è l’Amarone Riserva che, però, non viene prodotto tutti gli anni e pertanto la tiratura è limitata. Viene prodotto a partire dal cuore delle vinacce senza che subiscano la pressatura e la raffinazione è allungata fino ai 24 mesi. Anche in questo caso si ottiene un prodotto molto particolare dal sapore intenso e caratterizzato da un mix di profumi inconfondibile a base di amarena, liquirizia e tabacco.

Per avere un quadro complessivo della vasta offerta dell’azienda, che include anche il vino Lugana, Corvina Veronese, Brut Rosè e Recioto della Valpolicella, vi consigliamo di consultare direttamente il loro sito web.

 

Cristina

I commenti sono chiusi